ComunicatoCane pluricolore a manto ricciuto

A tutte le persone coinvolte nel “Cane pluricolore a manto ricciuto”,

è con profondo rammarico che apro questo comunicato: per quanto l’analisi dei soggetti durante in censimento si sia svolta secondo il solito trend, la presentazione dei soggetti iscritti non è purtroppo andata nella direzione prevista.

 

Motivi interni organizzativi ci hanno portato ad una materiale fame di tempo per cui, a fronte dei ben noti e perfetti tempismi del CCC (ormai ci conoscete), questa volta quello che per tutti voi, ma anche per noi, sarebbe dovuto essere il momento clou dei nostri incontri, si è svolto piuttosto frettolosamente ed in maniera assolutamente lontana di nostri standard. Ben inteso, e come accuratamente comunicato attraverso i nostri mezzi, sebbene non si trattasse di una vera e propria gara con  qualifiche e tanto meno classifiche (ENCI non può ancora autorizzare tutto ciò in una razza ancora non chiaramente identificata), si voleva comunque arrivare, dopo l’attenta valutazione svoltasi la mattina, a raggruppare quegli esemplari a nostro avviso da promuovere, per dare all’osservatore appassionato tacite e chiare indicazioni.

il Consiglio Direttivo del CCC ha sposato appieno le vostre istanze e se ne è fatto portavoce in ENCI; per la prima volta da quando avete iniziato il vostro percorso avete trovato nel CCC un prezioso interlocutore e, dopo l’ufficiale incarico, siamo più che mai determinati a portare avanti il tutto.

Vi annuncio pertanto che siamo già al lavoro per organizzare in tempi brevi un raduno, una giornata dedicata  solo al “Cane Pluricolore a manto ricciuto”, magari non appena questa attanagliante calura ci darà tregua, dove con tutto il tempo a disposizione si potrà realizzare quanto nell’incontro di Albenga è stato solo abbozzato. Per chi vuole iscrivere il/i proprio/i soggetto/i si intenderà valida la quota già versata per la partecipazione ad Albenga.  

Sappiamo bene come la Francia, che detiene lo standard dello Chien Particolor a Poil frisé sia ferma sulle sue convinzioni, e sappiamo pure che stiamo attraversando un momento di “razza non razza”; la presenza nella commissione esaminatrice della Presidente del Club Francese è stata espressamente voluta affinché toccasse con mano la nostra realtà e quanto stiamo facendo perché essa si avvalga anche di un supporto scientifico. Quello che sta facendo l’Italia non lo ha ancora fatto nessuno, grazie alla vostra passione e collaborazione stiamo incamerando dati concreti e sulla base di questi si arriverà a rispondere alla fatidica domanda se il Cane pluricolore a manto ricciuto sia un barbone. 

Alcune note sulla parte tecnica:

in ambito di giudizio si valuta l’aspetto fenotipico e quello morfologico.

Per l’aspetto fenotipico, dopo l’evento di Albenga, abbiamo visto come vi sia una tendenza Francese a “snaturalizzare” le caratteristiche che portano verso la razza barbone, e quanto invece la nostra visione sia orientata verso questa. 

Sotto l’aspetto morfologico, di comune accordo abbiamo trovato difetti piuttosto frequenti nei soggetti visionati, scarsa angolazione scapolo omerale, e tibio tarsica (difetti di costruzione tra l’altro riscontrabili nel barbone …), aspetti che per il miglior rendimento dell’andatura e movimento del cane sono già sin d’ora da migliorare.

So quanti di voi sono nuovi al sistema di verifica zootecnica e alle conseguenti direttive sul miglioramento della morfologia del cane, e capisco quanto abbiate tenuto alla realizzazione di una prima verifica concreta ;  vi assicuro che attraverso i nostri giudici esperti anche noi non vediamo l’ora di darvi sagge ed oculate direttive di allevamento, ma bisogna dare tempo al tempo. Sono sicuro ci arriveremo e spero tanto che grazie alla vostra tenacia, passione e collaborazione ricorderete quanto successo sabato 18 giugno ad Albenga solo come il pretesto che ci porterà alla realizzazione del più bel raduno del Cane Pluricolore a manto ricciuto di sempre!

A volte anche gli eventi negativi possono essere utili in quanto da essi scaturiscono grosse opportunità.

Non vi siete arrestati davanti a nulla, stiamo camminando insieme lungo una strada che percorreremo ancora per molto, già solo guardandoci  indietro possiamo entusiasmarci di quanto si è fatto e va da se quindi … che non ci fermeremo qui.

Con i migliori saluti 

Pietro Paolo Condò

8 mostre speciali utili per il conseguimento del titolo di Campionato Sociale del CCC

Carissimi Soci e simpatizzanti delle razze tutelate dal Club Cani Compagnia

Leggi tutto...

Autenticazione utente

 
I nostri video
Testi e immagini ©2007/2012 Club Cani Compagnia - Tutti i diritti riservati - Web site by 24carats.it
C.F. 10877030154 - P.IVA 01108740992