Bichon à Poil Frisè
Email

INFO
SCHEDA MORFOLOGICA

Simpatico cane da compagnia dal carattere vivace ed allegro, che può vivere bene anche in poco spazio, il Bichon a poil frisé si affeziona moltissimo alla famiglia, distribuendo in egual misura il suo attaccamento fra i diversi componenti, anche se il suo temperamento particolare lo porta ad attaccarsi di più ai bambini che agli adulti. Il suo pelo, quasi sempre candido, non ha bisogno di particolari cure in Italia, mentre nei Paesi anglosassoni è tradizionalmente richiesta una toelettatura molto accurata.

STANDARD

UTILIZZAZIONE: Cane da compagnia
CLASSIFICAZIONE F.C.I. : Gruppo 9 Cani da compagnia
Sezione 1 Bichons e affini
Senza prova di lavoro

ASPETTO GENERALE
Piccolo cane allegro e giocherellone, con un passo vivace, muso di media lunghezza, lungo pelo a cavatappi molto allentato, molto simile al mantello della capra della Mongolia. Il portamento della testa è fiero e alto, gli occhi scuri, vivaci ed espressivi.

TESTA in armonia col corpo.
REGIONE DEL CRANIO
Cranio piuttosto piatto se lo si tocca, sebbene la toelettatura lo faccia apparire rotondo. Il cranio è più lungo del muso.
Stop non molto marcato
REGIONE DEL MUSO
Tartufo il tartufo è rotondo, nero, a grana fine e lucido Muso il muso non deve essere spesso né pesante, senza tuttavia essere appuntito. La sutura metopica fra gli archi sopraccigliari è leggermente visibile.
Labbra le labbra sono fini, piuttosto asciutte, meno però che nello Schipperke, scendono solo abbastanza per ricoprire il labbro inferiore, ma non sono mai pesanti né pendule; sono normalmente nere su fino all’angolo della bocca; il labbro inferiore non deve essere pesante né visibile, né afflosciato e non deve permettere che si vedano le mucose quando la bocca è chiusa.

Mascelle/Denti chiusura normale, cioè gli incisivi della mascella inferiore sono sistemati immediatamente contro e dietro la punta dei denti della mascella superiore.
Guance piatte e non molto muscolose
Occhi occhi scuri, il più possibile con palpebre scure, di una forma piuttosto rotonda e non a forma di mandorla; non sistemati obliquamente; vivaci, non troppo grossi, e che non mostrino bianco. Né larghi né sporgenti come nel Griffoncino di Bruxelles e il Pechinese; la cavità orbitale non deve rigonfiarsi. I bulbi oculari non devono sporgere troppo.
Orecchi cadenti, ben ricoperti di lunghi peli finemente arricciati, portati piuttosto in avanti quando il cane è attento, ma in modo che il bordo anteriore tocchi il cranio e non se ne discosti obliquamente; la lunghezza della cartilagine non deve, come nel Barbone, arrivare fino al tartufo, ma si ferma a metà della lunghezza del muso. Gli orecchi sono in ogni modo meno larghi di quelli del Barbone, e più fini.

COLLO piuttosto lungo, portato alto e orgogliosamente. Rotondo e fine vicino al cranio, si allarga gradatamente per inserirsi morbidamente nelle spalle.
La sua lunghezza è circa un terzo della lunghezza del corpo (proporzione di 11 cm a 33 per un cane alto 27 cm), se si prendono come base i punti delle scapole contro il garrese.

CORPO
Rene largo e ben muscoloso, leggermente arcuato
Groppa leggermente arrotondata
Torace ben sviluppato, lo sterno è pronunciato; le false costole arrotondate e non finiscono bruscamente; il torace non ha orizzontalmente una grande profondità
Fianchi i fianchi sono ben rientrati al ventre; la pelle è fine e non floscia, tanto da dare un’apparenza da whippet

CODA la coda è inserita un po’ più sotto della linea dorsale che non nel Barbone. Normalmente la coda è portata rialzata e graziosamente ricurva in linea con la spina dorsale, senza essere arrotolata; non è tagliata e non deve essere a contatto col dorso; tuttavia le frange possono ricadere sopra il dorso.

ARTI
ANTERIORI: visti dal davanti, gli arti anteriori sono veramente diritti e perpendicolari; ossatura fine
Spalla la spalla è piuttosto inclinata, non sporgente, e dà l’impressione di essere della stessa lunghezza del braccio, circa 10 cm.
Braccio non scostato dal corpo
Gomito non deviato in fuori
Metacarpo corto e diritto, visto dal davanti; molto leggermente obliquo visto di lato

POSTERIORI: il bacino è ampio
Coscia ampia e muscolosa; ben obliqua
Garretto paragonato a quello del Barbone, è più angolato

PIEDI nerboruti. Unghie preferibilmente nere, anche se è difficile ottenerle.

PELLE il pigmento sotto il mantello bianco è di preferenza scuro; i genitali sono però pigmentati in nero, bluastro o beige.

MANTELLO
PELO riccioli a cavatappi fini, serici, molto allentati, che sembrano il mantello della capra della Mongolia; né piatti né cordati e lunghi da 7 a 10 cm.
TOELETTATURA: il cane può essere presentato con i piedi e il muso leggermente regolati

COLORE bianco puro

TAGLIA
L’altezza al garrese non deve superare i 30 cm; la taglia piccola è motivo di successo

DIFETTI:
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità.
Leggero enognatismo e prognatismo
Mantello piatto, ondulato, cordato o troppo corto
Pigmento che si estende al mantello e forma macchie color ruggine
DIFETTI ELIMINATORI
Tartufo rosa
Labbra color carne
Enognatismo o prognatismo sviluppati in modo tale che gli incisivi non si possono toccare
Occhi chiari
Coda arrotolata o contorta a spirale
Macchie nere nel mantello
N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.

 

 

 

FAQ

Necessita  frequentemente del toelettatore?
Se si vuole tenere il cane al top della forma e la sua silhouette sagomata a dovere, l’intervento del professionista è d’obbligo. Però è anche vero che il bichon è affascinate anche con il pelo tenuto al naturale.

E’ adatto a persone che soffrono si allergia?
Sì solitamente non causa nessun problema di allergia nei soggetti predisposti. Inoltre non perde pelo!

E’ adatto alla vita di famiglia ed ai bambini?
Sì è una razza che in genere ama molto i bambini e, anzi ne è attratto. E’ sempre allegro e ha grande attitudine per i giochi.

Soffre di malattie specifiche?
No, anzi è un cane da compagnia molto longevo e solitamente gode di ottima salute.

La sua cute è delicata?
Si, a volte può avere un derma sensibile.

Può stare da solo?
Si ma non ama affatto la solitudine, quindi non è adatto a famiglie che stanno per la gran parte del giorno fuori casa.

ALLEVATORI
INFO
Melegari Giovanni
DEL CARDINAL GHERARDO

Via Pablo, 7
43056 S.Polo di Torrile (PR)

0521 813187 - 0521 98 66 08
0521 94 26 68
CURRICULUM ESPOSITIVO
Melegari Giovanni
DEL CARDINAL GHERARDO

Non pervenuto
PER SAPERNE DI PIU'

“Il piumino sorridente”

L’origine del “bichon” è indubbiamente mediterranea.  Il suo più antico ascendente fu il “barbet” dal quale il nome  iniziale di “barbichon”, poi mutato in bichon. Dal barbichon probabilmente discendono quattro razze: bichon bolognese, bichon  havanese, bichon Maltese e il bichon Tenerife dal quale appunto il frisé. Il bichon è un piccolo cane allegro e giocherellone, con un passo vivace, muso di media lunghezza, il lungo pelo forma riccioli come un cavatappi. La testa, in armonia con il corpo,  ha un portamento alto e fiero, gli occhi sono scuri, vivaci ed espressivi, Gli orecchi sono cadenti, ben ricoperti di lunghi peli finemente arricciati. Il pelo del corpo forma riccioli a cavatappi fini, serici, molto allentati, che sembrano il mantello della capra della Mongolia, Il colore è bianco puro  L’altezza al garrese non deve superare i 30 cm. “Un bianco piumino sorridente” così lo definisce chi è colpito dell’incredibile fascino di questo piccolo cagnolino. Il bichon è infatti una razza dal carattere molto piacevole. Allevato esclusivamente come cane da compagnia, non ha di meglio da fare nella sua vita che deliziare e interessarsi dei suoi padroni.  E’ positivo, vivace e intelligente e presto conquista il cuore di chi lo conosce. Addestrarlo è abbastanza semplice poiché si diverte a “mettersi alla prova” e soddisfare le richieste che gli vengono fatte. Ama usare il “cervello” ecco perché riesce bene in agility, obbedience, flyball.  Adora le lunghe passeggiate nei boschi e in montagna ma anche il giretto al parco del quartiere lo soddisfa. Ogni tanto può essere testardo e quando succede il padrone deve essere più testardo di lui. E’ un cane da show che farebbe di tutto per attirare l’attenzione degli adulti a lui cari. Da qualche anno si è iniziato a “toelettare” :una testa scolpita perfettamente rotonda e pelo del corpo sforbiciato con maestria. Nulla vieta però di tenerlo al naturale e spazzolarlo un paio di volte a settimana. Il Bichon gode generalmente di buona salute e una vita media molto lunga. Il Club Cani Compagnia ha dato come linee guida agli allevatori di testare annualmente i riproduttori per escludere eventuali patologie oculari  e il controllo della rotula. I proprietari non devono dimenticare i controlli di routine comuni a tutte le razze: i richiami dei vaccini, la prevenzione dei parassiti, la pulizia dei denti ecc.  Nobiltà, dolcezza, allegria, salute, adattabilità sono le caratteristiche del bichon che hanno sottolineato la sua antica storia e continuano ancora oggi a conquistare il cuore di chi ha la fortuna di venirne a contatto.



Affinche la razza venga allevata nel rispetto e mantenimento delle sue caratteristiche morfologiche, peculiarità caratteriali, unitamente al primario aspetto della sua salute, il Club Cani da Compagnia tutela la razza, appartenente ad una delle sette sezioni. Gli allevatori ne seguono le attività, sottopongono i loro soggetti al parere degli Esperti Giudici, partecipano a seminari dal CCC organizzati su tematiche tecnico-scientifiche ed aggiornamenti Medico Veterinari.

Tutto ciò a tutela degli interessi degli appassionati, ammiratori ed amanti che si avvicinano a questi meravigliosi cani che sono i nostri cani da compagnia!

Testi e immagini ©2007/2013 Club Cani Compagnia - Tutti i diritti riservati - Web site by 24carats.it
C.F. 10877030154 - P.IVA 01108740992